Archiviato nella Categoria ‘Guide tecniche’

Dal sito dell’Agenzia delle Entrate – bonus ristrutturazioni –

Dal sito dell’Agenzia delle Entrate – bonus ristrutturazioni –

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013 (Dl 63/2013), la detrazione Irpef sale al 50% e si calcola su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. Il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 (entrato in vigore il 6 giugno 2013) ha riconosciuto

/ leggi tutto

Scopri le nuove etichette energetiche

Scopri le nuove etichette energetiche

Ecco una pratica guida alla lettura delle nuove etichette energetiche.   Lavatrici:   Lavastoviglie: Share

/ leggi tutto

GRES LAMINATO: il segno della modernità

GRES LAMINATO: il segno della modernità

Lanciato dalla Laminam in 68 texture differenti, presentato come Kerlite dalla Cotto D’Este in più di 30 finiture, il gres laminato può a ragione considerarsi un vero e proprio progetto decorativo, un perfetto connubio tra estetica e praticità. Immaginate una superficie ceramica che sia riuscita a portare all’eccellenza le qualità delle piastrelle gres porcellanato in soli 3 mm di spessore. Il risultato è un rivestimento innovativo e di bellezza straordinaria

/ leggi tutto

SCHIENALE ALTO, DIVANO MODERNO

SCHIENALE ALTO, DIVANO MODERNO

Da quando gli schermi tv e gli impianti dolby surround hanno trasformato il mobile del soggiorno in un piccolo home theatre l’esperienza del cinema può essere vissuta stando comodamente a casa propria. Questa comodità però non è del tutto scontata perché può trovare qualche ostacolo nella scelta del divano, quantomeno per chi ne ricerca uno dal gusto moderno. Diversamente da quello classico, il divano moderno si è sviluppato con un

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 8

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 8

Quali problemi insorgono a fine composizione vicino ad una porta?   Cassetti o cestoni Le cornici delle porte sporgono di circa un centimetro rispetto al muro. Ecco perché quando si progetta una cucina che arriva a ridosso di una parete dove si apre una porta, bisogna utilizzare alcuni semplici accorgimenti. Una buona regola è quella di tenere le basi staccate dalla spalla di circa 5 cm. per permettere l’uscita del

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 7

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 7

Le prese elettriche La cucina è l’ambiente “a più alta densità di elettrodomestici” di tutta la casa. Vi

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 6

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 6

A che altezza fare lo scarico e gli allacciamenti idraulici? Nella cucina lo spazio utile per l’uscita delle tubazioni, deve corrispondere allo spazio libero (cioè privo di schiena) della base sottolavello. Tale spazio è compreso fra Y2 (limite superiore) e Y1 (limite inferiore), dove: Y1 è uguale all’altezza della base da terra K (sia essa con lo zoccolo, con i piedini o sospesa) aumentata di 10cm corrispondenti allo schienalino basso

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 5

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 5

Sono più comode le basi con le antine o con i cestoni estraibili? A – Le basi tradizionali con antine e ripiani, obbligano a chinarsi e ad assumere posizioni scorrette (che a lungo andare possono causare gravi conseguenze), per prelevare o per riporre la merce che di solito è collocata in una posizione quasi inaccessibile e in una zona non illuminata. B – Con il cestone ad estrazione totale tutto

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 3

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 3

Come si sceglie l’altezza del piano di lavoro? Lavorare in piedi davanti ad un piano troppo basso o troppo alto, obbliga ad assumere posizioni scorrette che, a lungo andare, possono avere gravi conseguenze per la nostra salute fisica. Visto il progressivo aumento della statura media dell’uomo, è opportuno che anche l’altezza dei piani della cucina vari in base alle esigenze dell’utilizzatore. In questo modo egli potrà lavorare più comodamente. È

/ leggi tutto

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 2

Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 2

Quali sono le distanze minime da rispettare? A – Una distanza di 120cm fra il tavolo e la parete o qualsiasi altro elemento che determini un ostacolo, rappresenta la distanza minima richiesta per permettere una libera circolazione con andatura frontale, dietro una persona seduta. B – Per consentire ad una persona di lavorare ed eventualmente di aprire ante e cassetti dietro ad una persona seduta, è necessario prevedere una distanza

/ leggi tutto
Page 1 of 212»