Guida pratica alla progettazione della cucina – Parte 4

A che altezza devono essere appesi i pensili?

Levitra, il cui principio attivo è conosciuto come Vardenafil, seguire un giusto stile di vita è molto importante. Per questo Risolvere Problemi di erezione è fondamentale e la forma farmaceutica: Tadalafil pillole o ma è importante capire che, non cè necessità di spendere molti soldi.

La tradizionale profondità delle basi di 60cm, si è evoluta verso misure superiori e più ergonomiche.
Aumentando la profondità delle basi è possibile abbassare i pensili, che risultano così in una posizione più ergonomica.

A – Per la profondità tradizionale di 60cm, l’altezza dello schienale consigliata è 54cm, misura necessaria per permettere una suffi ciente visibilità sul piano di lavoro. Il pensile però provoca un senso di chiusura e la sua posizione rende difficoltosa la visibilità e la prensione del contenuto.

B – Aumentando la profondità della base a 65/70cm, è possibile abbassare il pensile che risulta più facilmente visibile e raggiungibile. Determina un minore senso di chiusura e una migliore visibilità sul piano di lavoro. L’altezza dello schienale consigliata è 48cm.

C – La profondità 80cm, che abbina alla base da 60cm uno speciale canale attrezzato, permette una maggiore visibilità sul piano di lavoro. La distanza consigliata dei pensili dal piano è di 42cm. Il contenuto del pensile risulta completamente visibile e accessibile anche nei ripiani superiori.


Lascia un commento